Alcune semplici regole per una NANNA SICURA

Alcuni anni  fa ho partecipato ad un interessantissimo evento formativo dal titolo “La promozione dello sviluppo psicomotorio nel primo anno di vita” organizzato dall’azienda Ospedaliero Universitaria Meyer – Firenze, nel quale sono state approfondite le tappe dello sviluppo psicomotorio del bambino e le attrezzature ed attività da proporre nella fascia 0-12 mesi.

Un argomento che sicuramente ha catalizzato la mia attenzione è stato quello legato alle buone regole per garantire una nanna sicura, sia essa nella carrozzina, nella culla o nel lettino.
Guardiamole insieme
  •  Prima regola: posizione sulla schiena
  • Seconda regola: EVITARE il FUMO …. Fa bene al bebè e non solo!
  • Mantenere la temperatura costante  tra i 18 – 20°
  • Assicurarsi che la testa del bebè sia sempre scoperta
  • Evitare per i primi mesi l’uso del cuscino
  • Lasciare il bebè libero di muovere le braccia e la testa
  • Non coprire troppo il bambino
  • Mettere il bebè in modo che con i piedi tocchi il fondo del letto – USARE LA PARTE INFERIORE DEL LETTINO
  •  Utilizzare sempre lenzuolini con angoli
  • Tenere il lettino libero da oggetti (peluche e giochini vari)
  • Utilizzare un materasso rigido di misura precisa rispetto al letto
  • Fermare bene le coperte su fondo del letto
  • Nei primi 6 mesi, è consigliabile fare dormire il bimbo nella stanza con i genitori.
  • Se dorme in una  stanza separata, è molto utile  usare quei dispositivi che permettono di sentire qualsiasi rumore da una stanza all’altra

 

Sono regole semplici ma importanti…
Per favorire nel bambino la libertà dei movimenti  pur garantendogli la giusta temperatura (soprattutto nei mesi più freddi) è consigliabile l’utilizzo del sacco nanna.
Il sacco nanna è  una sorta di sacco a pelo con zip centrale, la cui parte superiore ha la forma di una salopette e lascia libere la braccine, mentre la parte inferiore è una specie di sacco nel quale il bimbo è libero di sgambettare.
Ne esistono di diversi spessori per i diversi climi e di diverse lunghezze: si parte dalla misura per i neonati fino ad arrivare ai 130 cm, adatti a bimbi di 6/7 anni.
Anche i tessuti di cui sono composti variano molto: i più sono sintetici e mantengono prezzi medi.
Chiaramente noi Ekomamme consigliamo vivamente di scegliere sacchi nanna in tessuti naturali, preferibilmente in cotone biologico,  visto e considerato che il vostro cucciolo ci trascorrerà dentro molte ore.
Questo perché il cotone biologico è un tipo di cotone “ecologico”, atossico e anallergico, ricavato da piante che sono state coltivate senza l’utilizzo di pesticidi.
A differenza dei tessuti sintetici, il cotone biologico è molto assorbente tanto da impregnarsi di liquidi fino al 20% del proprio peso per poi convogliarlo verso l’esterno; per questo è resistente al sudore e gradevolmente morbido.
Molte mamme ci chiedono come vestire i loro bebè sotto il sacco nanna…
Chiaramente è subordinato alla temperatura che avete in casa; se di inverno il riscaldamento è molto alto anche di notte si può tranquillamente lasciare il bebè solo con il body. Diversamente, se di notte la temperatura si abbassa molto, mettetegli il pigiamino.
Per noi il sacco nanna è stata un’invenzione formidabile… non solo i nostri bimbi dormono meglio, ma anche noi, mamme e papà, riposiamo più serenamente, senza dover sempre correre a rimboccare le coperte.
Sonni sereni per bimbi e genitori!!!!
E voi usate il sacco nanna per i vostri pupi?
Se volete farvi un’idea su modelli, taglie e prezzi provate a guardare qui … https://www.facebook.com/groups/137173419813382/

 

Commenti

commenti

Login

Lost your password?