Il momento del parto

La gravidanza ha molti risvolti, sia a carattere fisico che psicologico.
La visione della vita cambia: una nuova vita si affaccia all’orizzonte e la prospettiva delle nostre esigenze si trasforma velocemente.
La mamma affronta, a volte anche da sola, un percorso difficile e deve cercare di farlo nella maniera migliore possibile, per arrivare al parto in maniera serena e dare finalmente alla luce il proprio angioletto meraviglioso.
Ciò che sicuramente potrebbe fare la differenza tra un cammino di gestazione più connotato dall’ansia e uno più tranquillo è l’informazione.
Ci sono tanti libri, giornali, riviste specifiche che mettono in luce, evidenziandoli, gli aspetti positivi e negativi della gestazione, le ripercussioni fisiche, i possibili ostacoli a un parto sereno.
Ci sono psicologi, ginecologi, dietisti che aiutano, così, attraverso le semplici pagine di un libro o di un settimanale, ogni mamma in attesa a sentirsi più sicura di sè, più certa delle proprie condizioni fisiche ma soprattutto più serena perchè consapevole di ciò che le sta accadendo, giorno dopo giorno e delle diverse fasi gestazionali.
Sicuramente una parola in più la spenderei sul parto, questo evento così “tutto” che non si può descrivere ma del quale avevo timore ed ora ho un rispetto assoluto.
Vorrei che leggeste questo breve estratto di un libro a mio parere interessantissimo (“Travaglio e parto senza paura” di Emanuela Rocca , tris-mamma ed ostetrica) , sulla centralità del dolore nel momento della nascita di vostro figlio.
“Oggi il dolore che accompagna la nascita non può più essere interpretato come un nemico da sconfiggere con ogni mezzo, anche a costo di mettere a rischio la salute della madre e del bambino. Questa sofferenza può essere un potente mezzo di cui la natura ci ha dotate per essere guidate nel processo che conduce alla nascita, per spingerci a trovare un luogo sicuro per dare alla luce il neonato, per capire a che punto è la progressione del travaglio, per assumere posizioni e atteggiamenti, e muovere il corpo allo scopo di alleviare il dolore e facilitare la nascita… Una volta compresa la natura di questo dolore e i meccanismi che ne aumentano o diminuiscono la percezione, possiamo volgerlo a nostro favore per farne un potente alleato verso una nascita sicura e consapevole, nel rispetto della salute di madre e bambino. Non sempre è facile, occorre un accompagnamento alla nascita che ci restituisca quella nostra innata e istintiva capacità di partorire, costituita da fiducia nel proprio corpo e nelle proprie competenze di donne! “
Ecco… mamme, questo è il parto!

Commenti

commenti

Login

Lost your password?