Coccole per la pancia

Ci siamo passate tutte… all’inizio non si vede e non vediamo l’ora che cresca, questa pancia, per mostrarla al mondo intero con orgoglio.
All’inizio le nausee, poi il secondo trimestre dove è evidente per tutti che non sei ingrassata ma che sei proprio incinta.
E poi l’ultimo trimestre, quello tosto, che per chi, come me ha trascorso serenamente non è stato tostissimo, ma effettivamente iniziano quei piccoli problemini che affliggono proprio un po’ tutte..
Gestire le fasi più avanzate della gravidanza non è semplice come può apparire a un occhio esterno.
E’ proprio nell’ultimo trimestre, infatti, che è più evidente la trasformazione fisica del corpo della donna, con tutto ciò che comporta a livello estetico e psicologico.
Il fatto che si sia prossimi alla nascita di una nuova vita non deve far dimenticare colei che quella vita porta in grembo, e che, seppur quasi mamma, è anche e soprattutto una donna.
Per questo motivo, prendersi cura del pancione deve essere anche un modo per prendersi cura di se stesse, di un corpo che non è solo un contenitore.
Uno dei problemi che più spesso affligge le donne col pancione sono le smagliature: difficilissime da eliminare, le smagliature sono tuttavia facilmente prevenibili grazie all’ausilio di prodotti in vendita in farmacia o erboristeria. Si tratta di creme ed oli che, spalmati giornalmente sulla pelle della futura mamma, soprattutto sulla pancia, rendono la pelle più elastica e impediscono il formarsi delle smagliature, che sono frequenti ogni volta che dimagriamo o ingrassiamo in maniera troppo veloce.
Poi anche per questo nella vita è questione di sfiga o fortuna, c’è chi si spalma tutto il giorno e alla fine si troverà una pancia a cartina geografica, chi invece non si spalma nulla e non ha neanche un minimo segnetto.
Ecco io penso che il giusto sia sempre nel mezzo…
Quindi coccolare per 5 minuti ogni sera il proprio pancione (ed anche il suo contenuto…) serve si’ a prevenire questi inestetismi ma soprattutto a prendere confidenza con la pancia e con il bebè… ricordo che quando ero incinta massaggiavo ogni sera (dedicandomi proprio in toto questi 5 minuti) cercando di capire dove fossero i piedini, le manine e devo dire che anche i bebè erano contenti perché si muovevano come pesciolini…

Commenti

commenti

Login

Lost your password?